Blog

>

Siti Web WordPress

>

Cosa succede se non aggiorno WordPress?

8 Luglio 2022
8 Luglio 2022

Cosa succede se non aggiorno WordPress?

Quando è uscito WordPress 6.0?

Il 24 maggio è stato rilasciato l’aggiornamento di WordPress alla versione 6.0 e se siete nostri clienti non avete di che preoccuparvi dal momento che curiamo la manutenzione di tutti i siti che realizziamo e che gestiamo.

La maggior parte delle agenzie e dei freelance che realizzano siti WordPress è solita offrire un servizio di manutenzione periodica, sia come strumento di fidelizzazione, sia per garantire il corretto funzionamento nel tempo del sito web ed evitare che le cosiddette vulnerabilità possano rendere il sito inaccessibile, o peggio ancora, comportino la perdita di dati sensibili, ad esempio in un eCommerce in cui sono presenti dati anagrafici dei vostri clienti.

Tuttavia, a causa della poca importanza che viene data a questo aspetto, o talvolta di fronte ad un canone che si ritiene “eccessivo”, molti dei siti web in circolazione hanno ancora versioni di WordPress risalenti al giorno in cui è stato pubblicato il sito web.

“Fino ad oggi ha sempre funzionato, perché dovrei aggiornarlo?”

Questa è una delle frasi che sentiamo più di frequente quando proponiamo il servizio di manutenzione WordPress. Altrettanto frequente quanto:

“Non so cosa sia successo, fino a ieri funzionava tutto…”

Cosa succede se non aggiorno WordPress?

Dipende! Il mancato aggiornamento di WordPress non rende automaticamente il sito instabile. Ci sono state numerose occasioni in cui abbiamo deciso di posticipare l’aggiornamento del core in attesa venissero rilasciati gli aggiornamenti o delle patch per alcuni plugin indispensabili per il funzionamento di quel sito web.

Tuttavia, nel frattempo, abbiamo continuato ad aggiornare i plugin affinché eventuali vulnerabilità potessero essere scongiurate, e in ogni caso, ci siamo posti un limite di tempo massimo di 3 mesi prima di valutare la sostituzione di plugin obsoleti con soluzioni stabili e sicure.

In alcuni casi, abbiamo implementato manualmente le funzionalità di cui il cliente aveva bisogno così da eliminare un plugin non più necessario.

Come aggiornare WordPress?

Prima di tutto occorre determinare se è possibile installare l’aggiornamento di WordPress o se alcune delle funzionalità, plugin o il tema stesso del sito possano rendere instabile il sistema effettuando il passaggio all’ultima versione disponibile.

Una volta determinato questo, previo backup del sito web e del database, si può procedere con l’aggiornamento di ogni singolo plugin, di cui andrà verificata la compatibilità con la nuova versione di WordPress che andremo ad installare in base a quanto dichiarato dallo sviluppatore (talvolta potrebbe non essere indicato).

Una volta aggiornati i plugin e verificata la stabilità di sistema, si può procedere con l’aggiornamento del tema grafico, e, infine, del core di WordPress.

Al termine di tutti questi aggiornamenti se il sito è ancora stabile e funzionante il vostro lavoro è terminato, tuttavia, se qualcosa non funziona più come si deve è importante riprendere in mano uno dei backup effettuati durante le varie fasi di aggiornamento così da ripristinare il sistema all’ultimo momento in cui l’avete visto funzionare.

Cosa fare se il sito non si può aggiornare all’ultima versione di WordPress?

Generalmente anche i siti più obsoleti possono essere aggiornati all’ultima versione di WordPress, tuttavia potrebbe essere necessario un intervento dispendioso per individuare quale componente del sito genera l’instabilità.

Se vi trovate nella situazione di dover aggiornare il vostro sito web e non siete sicuri di dove mettere le mani, o peggio ancora, dopo averci provato avete realizzato di aver reso irraggiungibile il vostro sito web, contattateci subito per richiedere un intervento di assistenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbe interessarti anche...