Siti Internet
E-commerce
Tags: commercio elettronico, ecommerce, B2B, B2C, vendere in Internet, carta di credito, pagamenti sicuri, PayPal

Vendere sfruttando il canale dell’E-commerce

Può il commercio elettronico diventare un buon investimento per l’azienda?


E-commerce
Il commercio elettronico, conosciuto come e-commerce per la nascita avvenuta negli Stati Uniti, ha riscosso anche in Italia largo interesse da parte di quelle aziende che, per semplice curiosità o reale consapevolezza delle sue potenzialità, ha intravisto un nuovo strumento in grado di incrementare le proprie vendite. Il meccanismo è semplicissimo: portare in rete i propri prodotti e servizi per essere visibili da un maggior numero di clienti in ambito aziendale (B2B) oppure privato (B2C).

L’avvicinamento a questa forma di commercio è avvenuto gradualmente, ostacolato dal permanere di una diffidenza diffusa sia tra le aziende sia tra gli utenti finali. Una mancanza di fiducia spesso alimentata dai mass media, che a volte si occupano di Internet solo per destare scalpore, drammatizzando gli effetti catastrofici prodotti da un terribile virus e le imprese fantastiche compiute da prodigiosi hacker.

Se da un lato è giusto informare che la sicurezza dalle intrusioni e dagli attacchi di malintenzionati sia un problema reale e concreto, occorre però precisare che i sistemi di commercio elettronico utilizzano evoluti meccanismi di sicurezza, come gli algoritmi di crittografia SSL - Secure Socket Layer - (o la nuova versione Transport Layer Security - TLS), a tutela della riservatezza, dell’integrità e della disponibilità dei dati che transitano sulla rete.

Si sono così diffusi servizi come EBay, che offrono informazioni attraverso i feedback lasciati da altri utenti, permettono di effettuare acquisti offrendo garanzie sia all’acquirente che al venditore, o PayPal che permette agli utenti di effettuare pagamenti su siti sconosciuti senza dover comunicare ogni volta i dati della propria carta di credito.

In realtà il commercio elettronico può essere considerato la naturale evoluzione del commercio tradizionale e può svilupparsi in maniera autonoma (Amazon vende soltanto via Internet) oppure affiancando la vendita classica; ad esempio i prodotti venduti da Comet, MediaWorld, Unieuro, Euronics si possono acquistare indifferentemente nei punti vendita oppure attraverso il canale Internet.

Anche per questo motivo la progettazione di qualsiasi sistema di commercio elettronico richiede attente analisi e rigorosi studi, che devono affiancare e valorizzare le strategie di marketing dell’azienda. La realizzazione di un sistema di e-commerce ha maggiori probabilità di riuscita quando nasce dalla collaborazione di più soggetti: la condivisione di idee, la ricerca di nuovi stimoli, l’affiancamento di tecnologie complementari e il confronto dei risultati sono elementi che interagiscono sinergicamente dando origine a soluzioni di qualità e di successo.


Documenti

Richiedi informazioni