Visibilità
Accessibilità del sito Internet
Tags: costruzione, sito accessibile, linee guida, WCAG, AAA, W3C, Legge Stanca, Internet

Accessibilità del sito Internet

Che cosa significa e perché è importante rendere accessibile un sito Internet


W3C - Accessibilità del sito Internet

Cosa s'intende per accessibilità

Per accessibilità di un sito Internet ci si riferisce ad un insieme di tecniche progettuali e di sviluppo che hanno l’obiettivo di rendere il sito ugualmente navigabile da parte di soggetti più deboli (anziani e disabili con limitazioni visive, motorie e percettive) oppure in presenza di particolari ostacoli tecnologici (sistemi operativi obsoleti, browser non aggiornati o risoluzioni video non standard).

La normativa

Recependo le direttive della Commissione Europea del 25/09/2001, l'Italia ha emanato la Legge 4 del 9/1/2004 (conosciuta come "Legge Stanca sull'accessibilità") ed i relativi D.P.R. 75 del 1/3/2005 e D.M. 8/7/2005 che disciplinano l'accessibilità dei siti Internet, stabilendone i criteri e i principi operativi, le modalità di certificazione e le metodologie per la verifica. La normativa vigente prevede obblighi precisi e apposite sanzioni solo per i siti della Pubblica Amministrazione ma le esclude alle aziende e i privati per i quali tali prescrizioni rimangono un semplice strumento incentivante.

Le linee guida per avere un sito accessibile

La Legge Stanca ha recepito le indicazioni del Consorzio W3C, l’organismo che si occupa della standardizzazione a livello mondiale del codice HTML e dei fogli di stile CSS utilizzati per la creazione di pagine Internet. Seguendo un insieme di apposite linee guida è possibile rendere accessibile il proprio sito secondo tre diversi livelli di conformità (A, doppia A o “AA”, tripla A o “AAA”). Il consorzio W3C ha messo a disposizione gratuitamente alcuni strumenti, chiamati validatori, in grado di verificare il livello di accessibilità di un sito e segnalare le parti da correggere per renderlo accessibile.

Tanti i vantaggi e gli aspetti positivi

Intertech Italia ha deciso di adottare molte delle tecniche progettuali indicate dal consorzio W3C, non solo per i siti della Pubblica Amministrazione, ma anche per le proprie applicazioni web e per lo sviluppo di tutti i siti Internet commissionati da aziende private. Oltre alla soddisfazione nel poter predisporre condizioni di parità di accesso, l'ottemperanza, anche parziale, a tali regole garantisce uno sviluppo più armonioso e strutturato dei siti, e permette di operare in maniera più razionale ed economica, sia a livello di sviluppo sia che di manutenzione e aggiornamento del sito.

Un sito accessibile sarà visualizzato più facilmente da qualsiasi browser, risulterà meno soggetto a difetti o a differenze di visualizzazione tra un browser e l’altro, sarà più facilmente visualizzabile dagli utenti che utilizzano smartphone e tablet. Inoltre un sito accessibile risulterà più veloce, snello e corretto a livello di codice HTML, fattori che concorrono al posizionamento sui motori di ricerca.